Mondragone, Giorgia Meloni polverizza De Luca: doveva parlare di meno e fare di più

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
meloni

Mentre la tensione a Mondragone sale alle stelle Giorgia Meloni fa a pezzi Vincenzo De Luca, il governatore col lanciafiamme che ha tenuto banco durante il lockdown per il coronavirus e che, adesso ,si ritrova con un difficilissimo focolaio da gestire esploso all’improvviso tra i braccianti bulgari. E’ stata subito dichiarata zona rossa ma gli scontri con gli italiani non sono mancati e il Viminale ha inviato l’esercito per sedare gli animi.

“Mondragone? La gestione non è stata felice – denuncia la leader di Fratelli d’Italia a Mattino Cinque – La prima regola è che la legge è uguale per tutti. Durante il lockdown, mentre De Luca minacciava di usare il lanciafiamme, poteva fare tantissimo. A cominciare i tamponi, anche a quelli fuori dalla zona rossa, per tranquillizzare i cittadini. Si può censire la polozazione immigrata e bisognava controllarla meglio. De Luca dice che il covid arriva dalla Bulgaria, quindi questi sono venuti e tornati senza essere controllati?”.

Intanto a Mondragone la tensione è salita alle stelle dopo la notte di scontri nell’area dei palazzi ex Cirio, che da lunedì è zona rossa a causa di una cinquantina di contagi da coronavirus, diffusi in particolare nella comunità bulgara che abita lì. Verso le 2 i vigili del fuoco sono intervenuti per l’incendio di un furgoncino in viale Margherita, a ridosso dei palazzi. Il mezzo dovrebbe essere di proprietà di un bulgaro. Dai primi accertamenti sembra che la causa sia dolosa e che sia stata usata una bottiglia incendiaria.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

SU SCUOLE TECNICHE, MAFIA E CORRUZIONE OTTIMO DRAGHI, MA DOVRA’

gratteri

Sos svuotacarceri. Nicola Gratteri torna all’attacco. “Il coronavirus è una

“Il numero dei medici è insufficiente, mancano inoltre chirurghi, psichiatri,

Tampone all’imbarco, braccialetto per tracciare i contatti, personale dedicato a

La chiama «federazione del buonsenso», che si posiziona contro una

Battistoni (FI) alla sagra della pastorizia di Farnese: “eccellenza della

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.