Patrick George, studente egiziano a Bologna, attivista per i diritti umani, è stato arrestato in Egitto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
85007126_2421199787983902_137080435371933696_n

Dopo la denuncia di Amnesty International – Italia il governo italiano e le autorità accademiche dell’ateneo bolognese intervengano con decisione nei confronti del governo egiziano per l’arresto di Patrick, che quasi certamente deve pagare il suo impegno a difesa dei diritti umani.
Un altro episodio che coinvolge un regime che quotidianamente calpesta i diritti umani e le regole democratiche, che non ha ancora fatto il suo dovere verso l’Italia e giustizia sulla vicenda Regeni.
Se pensiamo poi che c’è qualcuno in qualche ufficio del governo del nostro Paese che addirittura vorrebbe vendere delle navi militari a questi signori, di fronte a questi fatti è ancora più forte la voglia di chiederne l’allontanamento.
Ora comunque si tratta di salvare questo studente universitario. Faremo tutti i passi necessari in Parlamento affinché l’esecutivo si attivi per il suo rilascio.

Nicola Fratoianni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

ciprini

La crisi causata dal Coronavirus ha mostrato la necessità e

In occasione dell’Assemblea Annuale dei Giovani Imprenditori di Torino è

Voglio darvi una buona notizia, che rappresenta anche un augurio

Una mostra per valorizzare la mano dell’uomo come strumento artigiano,

Dal 24 luglio 2020 al 10 gennaio 2021 al complesso

Sei Rappresentanti per la Sicurezza sul Lavoro sono stati “puniti”

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.