HomeattualitàPedalando tra le Vigne di Langhe-Roero Monferrato con Claudio Chiappucci

Pedalando tra le Vigne di Langhe-Roero Monferrato con Claudio Chiappucci

“Due percorsi alla scoperta del territori del Brachetto d’Acqui e Moscato d’Asti”
Sabato 26 e domenica 27 2019 si svolgerà la terza edizione di Pedalando nell’UNESCO, tra Benessere e Natura, una kermesse all’insegna dello sport, storia, tradizione culinaria e valorizzazione del territorio.
Saranno proprio le province di Cuneo, Asti e Alessandria al centro dell’attenzione nella due giorni in cui ciclisti di tutte le età, di vari livelli e con bici anche a pedalata assistita si ritroveranno per pedalare tra i paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, patrimonio dell’umanità UNESCO per un totale di 200 chilometri di strada. Una carovana capitanata dall’ex professionista Claudio Chiappucci e scortata dal nucleo speciale per i beni culturali della protezione civile di Acqui Terme.
“Quest’anno abbiamo scelto di coniugare i paesaggi vitivinicoli con i frutti della sua terra tra cui il vino – sottolinea Giancarlo Perazzi, giornalista ciclista e ideatore dell’evento-. Grazie alla sinergia dei Consorzi del Moscato d’Asti e Brachetto d’Acqui, dei Comuni di Acqui Terme e Canelli e di altri attori coinvolti anche nel 2019 possiamo offrire ai ciclisti e turisti una manifestazione in grado di qualificare vari aspetti del territorio grazie alla visite nei siti UNESCO, ristori con tipici prodotti locali, relax alla terme di Acqui e degustazioni dei vini regionali”.
“Siamo orgogliosi di partecipare a questo primo appuntamento di cicloturismo che ci permette di promuovere il territorio del Moscato d’Asti d.o.c.g. e Brachetto d’Acqui d.o.c.g. collegato al territorio di produzione” nota stampa congiunta dei due consorzi, principali sponsor dell’iniziativa.
Dopo le pedalate volte a valorizzare le ciclovie UNESCO e una serie di siti UNESCO in tutta la Regione Piemonte, il direttore di Radio Acqui Vallebormida Monferrato torna alle origini e sceglie Acqui Terme e Canelli come punti di ritrovo. “La nostra emittente radiofonica crede nel territorio e ogni giorno tiene compagnia agli acquesi e astigiani e per questo vogliamo attraversare parte della tre province in cui trasmettiamo per dare voce anche alle due ruote. Un grazie speciale alle associazioni sportive La bicicletteria di Acqui Terme e Sanetti Sport di Alessandria, sempre presenti nei nostri progetti” conclude il campione italiano dei giornalisti ciclisti.
PERCORSO
La partenza è prevista per sabato 26 ottobre da piazza Bollente alle ore 10 con un percorso di 90km e 1200 metri di dislivello per concludersi sempre nella città termale in piazza Levi, fronte Comune di Acqui Terme: il percorso attraverserà numerosi comuni del Brachetto come Strevi, Maranzana, Nizza Monferrato, Cassinasco, Vesime, Monastero Bormida e Bistagno. Previsto il ristoro intermedio all’enoteca regionale di Nizza Monferrato e un brindisi finale con Brachetto d’Acqui d.o.c.g. all’enoteca regionale Acqui, terme & vino. Nel pomeriggio turisti e ciclisti potranno visitare le terme di Acqui per un po’ di relax.
Domenica 27 ottobre è la volta con il percorso del Moscato d’Asti d.o.c.g. con partenza da Canelli alle ore 9.30: 110 km e 1300 metri di dislivello avranno come giro di boa la frazione di Pollenzo, splendido sito UNESCO che sarà visitato e punto di ristoro intermedio in collaborazione con la Banca del vino e Comune di Bra. L’anello si snoda su un vasto territorio tra Langhe-Roero e Monferrato. Arrivo nella città delle bollicine con brindisi finale con il nettare degli Dei all’enoteca regionale di Canelli e dell’Astesana.
In caso di maltempo la manifestazione è posticipata a sabato 2 e domenica 3 novembre 2019.

Articoli popolari

Banner 300 x 600