QUANDO I MISTERI DEL PASSATO SI MANIFESTANO IN OPERE D’ARTE

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
line danielsen

Line Danielsen racconta a Notizie in un click della sua nuova mostra presso le vetrine della preziosa sede di Banca Sella in piazza Castello a Torino.

Sono sei mesi che Lei propone una mostra dopo l’ altra, fatte su tema e adesso “Dentro il mistero”. Trovo impressionante la Sua capacità di trasmettere storie in immagini.
Come nasce questa cosa?

Premesso che non ho mai pensato che le mie opere avessero nulla che fare con me o della mia persona. Sono le tematiche e il contenuto che in qualche modo deve coinvolgere chi interagisce con un opera d’ arte. Credo semplicemente di avere una forza immaginativa che tutti non hanno. Una passione per la storia si rispecchia immancabilmente nelle mie opere. Creo arte col intento di donare, a chiunque abbia voglia di rispecchiarsi nelle opere d’ arte, una opportunità di riscoprirsi. Credo fermamente che siamo nati per crescere e cambiare interiormente. In fondo la vita è un mistero.Come nasce l’idea di questa mostra?

Quando ho iniziato a lavorare da giovane spendevo quasi tutti i miei soldi per comprare libri sui misteri. Non ho mai smesso di cercare le risposte su molti enigmi. Le opere di questa mostra sono i risultati di tale riflessioni.

Cosa significano per Lei gli antichi simboli?

I simboli sono oltre le parole e spesso contengono una moltitudine di immagini che messe assieme possono creare formule. Anche per questo motivo vengono considerati magici. Credo che ai tempi di oggi abbiamo bisogno di tornare un po’ alle origini e guardare anche questi simboli con occhi nuovi. Perché alla fine tutti noi dovremmo fare i conti con la natura e con il cosmo, che sono da considerarsi delle chiese ecumeniche; i simboli sacri riportati in questa mostra ci riportano all’essenza del cosmo e della natura.

Quando l’ arte fa ancora discutere.

 

 

L’ albero dei filosofi. Tecniche miste su uno specchio. (Particolare)

L’opera in vetrina con sotto il “Codex futura” contenente 18 fogli dipinte su fronte e retro che riporta al Opus del alchimia.
Per informazioni sulla mostra rivolgersi a:
Line@arte-lida.com
www.arte-lida.com
Facebook: enigma del Vasari
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

SPETTACOLI / Esplosiva copertina di MORGAN, pubblicata da MOW magazine:

FONDAZIONE EGRI per la DANZA diretta da Susanna Egri e

AMAZON PRIME VIDEO SVELA IL TEASER TRAILER E LA LOCANDINA

Un valore economico, ambientale e culturale che dà lavoro a

La biologia marina incontra l’arte, al via la rubrica social

Jeffery Deaver – Lo scheletro che balla – Milano, Sonzogno,

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.