Recovery Plan. Landini, Furlan e Barbagallo scrivono a Conte

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
sindacari                                   70917369_2387250581328622_6401868979136102400_n

“Le risorse europee e un rilancio del progetto europeo stesso sono cruciali anche per l’economia del nostro Paese”
Roma – I Segretari generali di Cgil Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, hanno inviato una lettera al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, chiedendo che venga recepito l’appello a sostegno del Recovery Plan lanciato dalla Confederazione Europea dei Sindacati e rivolto a tutti i Capi di Governo dei paesi membri.
In vista del Consiglio Europeo del prossimo 19 giugno, in cui si negozierà la proposta della Commissione Europea sul pacchetto di misure che riguardano il Recovery Plan, “la CES – si legge nella lettera – invita i leader di ogni Paese membro a cogliere l’opportunità di cambiare rotta correggendo e accantonando le politiche di austerità degli ultimi anni e perseguendo la strada della crescita e dello sviluppo economico”. A tal proposito, la CES ha lanciato una mobilitazione per domani 18 giugno per sollecitare una risposta dei governi europei.
Landini, Furlan e Barbagallo, sostengono che “le risorse europee e un rilancio del progetto europeo stesso sono cruciali anche per l’economia del nostro Paese” e, dunque, auspicano che i leader europei possano approvare il Recovery Plan.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

lombrdia

La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell’assessore allo Sviluppo

migrant

Ancora una tragedia nelle acque del Mediterraneo. Il Ministero della

L’avvio dell`esame del ddl Zan, dopo l`ostruzionismo inaccettabile della Lega,

baglioni

“Paralizzato” è il termine che Claudio Baglioni utilizza per descrivere

Consegne dai supermercati in 14 Comuni • Non solo espansione

africa

In Africa niente vaccini. Tutti lo sanno e tutti fanno

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.