Ricordiamo la politica Frances Perkins, Segretaria del Lavoro nell’amministrazione Roosevelt

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
70913975_10156890840742933_1660506769782210560_n

Cresciuta in un’umile famiglia di Boston, la Perkins incarna perfettamente il modello di donna che si è fatta da sé, divenendo una delle maggiori sostenitrice dei diritti dei lavoratori e della sicurezza industriale.
Già in giovane età mostrò una particolare vocazione per le questioni sociali della povertà e della disoccupazione e operò in organizzazioni attive nella lotta contro la prostituzione delle nuove immigrate femminili e la malnutrizione infantile. Altri suoi importanti contributi riguardano l’introduzione di norme a favore del benessere e della sicurezza dei lavoratori, risultato della #FactoryInvestigatingCommittee di cui la Perkins fu segretaria generale.

La sua attività di lobbying trovò effettivo sbocco quando il presidente #Roosevelt la nominò segretaria del lavoro nel 1933; un ruolo che le permise di avanzare riforme fondamentali come la settimana lavorativa di 40 ore, il salario minimo, il sussidio di disoccupazione, l’abolizione del lavoro minorile, l’assicurazione sanitaria e la sicurezza sociale.
La Perkins divenne la prima donna ad occupare una posizione di così grande prestigio nel gabinetto presidenziale ed è tuttora la Segretaria del Lavoro ad aver servito più a lungo.
#MotivationalModay

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

FIRENZE – Il linguaggio è tutto marinaro, a cominciare dal

Il Trentino è stato riconosciuto come la migliore area vitivinicola

Violenti temperali e nubifragi hanno colpito a macchia di leopardo

mallegni

Come giudica il dibattito relativo al blocco dei licenziamenti? “Sulla

Nei prossimi giorni l’anticiclone africano comincerà a perdere colpi per

fornaro

L’Europa è a un bivio: proseguire nel predominio del paradigma

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.