Salvini: “Conte vuole Draghi a casa, noi garanzia per premier”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
salvini

Il leader della Lega al Corriere della Sera: “A M5S e Letta dico chiaro che non si sta dentro il governo per dire no”

“Noi siamo la garanzia per Draghi e Cartabia. M5S e Pd creano solo problemi”. Lo dice in un’intervista al Corriere della Sera il leader della Lega, Matteo Salvini, che commenta: “Conte farà di tutto per mandare a casa Draghi perché lo accusa di avergli rubato il posto”. Ma il Governo durerà “penso fino al 2023 perché anche se Conte vuole mandare a casa Draghi i 5 Stelle non vogliono rimanere senza lavoro e senza stipendio prima del tempo.

Noi saremo al fianco di Draghi fino alla fine. Poi si voterà e avremo, spero, un governo a guida Salvini che come primo atto introdurrà la flat tax“.

“Ai 5 Stelle, ma anche a Letta, dico chiaro che non si sta dentro il governo per dire no. Ci si sta per costruire. Se vogliono distinguersi o rompere, si accomodino”, prosegue Salvini che guardando al leader di Italia Viva per quanto riguarda il ddl Zan afferma: “Entrambi ascoltiamo il Santo Padre. E siamo d’accordo sul tentativo di evitare un inutile scontro. In fondo si tratta di modificare tre articoli. Non c’è altro”. “Da Renzi – conclude – mi dividono tante cose, ma se ci dà una mano sulla giustizia non mi scandalizzo”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Agevolare l’insediamento di nuovi centri commerciali è fuori dalla storia

settacchiani

“C’è un governo che pensa alle persone e c’è un

Misure drastiche contro la pandemia di Coronavirus in Spagna. Il

Il Banchiere Europeo e opinionista conferma la propria collaudata analisi:

Roma e Milano sono nella top ten delle città del

cecchi

Querelle social tra Alessandro Cecchi Paone e Giorgia Meloni su

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.