HomeattualitàTremonti invoca le elezioni: “Il sistema non sta in piedi’

Tremonti invoca le elezioni: “Il sistema non sta in piedi’

Giulio Tremonti lancia l’allarme sulla crisi della politica italiana.

L’ex ministro dell’Economia dei governi Berlusconi è ospite mercoledì 15 settembre della trasmissione Stasera Italia. La conduttrice Barbara Palombelli gli domanda un suo parere generale sulla situazione politica e sociale che sta attraversando il nostro Paese. Secondo Tremonti la crisi è stata solo amplificata dalla pandemia di Covid-19. Ma il sistema politico italiano, a suo dire, è già collassato da due o tre anni. Per questo invoca elezioni al più presto.
“Credo che la pandemia sia stata uno dei fattori che hanno modificato la realtà politica italiana. Ma questa era già collassata prima”, dichiara Giulio Tremonti durante Stasera Italia. “Tutto il dibattito che si fa sulla fiducia o no al governo Conte. Poi la nomina di un nuovo governo esterno, da fuori, sopra (sic!). La politica in Italia è collassata da due o tre anni”, sentenzia.

“Ed è la sequenza di governi diversi e di discussioni continue. – prosegue nel suo ragionamento – Fermo che la pandemia durante il lockdown è stata in qualche modo gestita dal governo e neanche male devo dire. Però con tutti i limiti, ripeto, di un sistema che non sta in piedi. È inutile. Si dice ‘unità nazionale’, ma non la vedo”.

Per esempio – Tremonti si permette un excursus storico – era stato usato il paragone con l’unità nazionale ai tempi di De Gasperi. Ma non è mica vero. De Gasperi e Togliatti erano politica pura ed erano allo scontro totale. E la realtà fu risolta a favore di De Gasperi, con i suoi principi ma anche con il Piano Marshall, con le navi che arrivavano con il cibo per un popolo affamato. Detto questo, per essere chiari, prima si vota secondo me e meglio è. Ma questo è un altro discorso”, conclude.

Articoli popolari

Banner 300 x 600