CONCENTRICA spettacoli in orbita

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
bandafoto-02-auto

STAGIONE 8 e 1/2

30 giugno – 26 settembre 2021

un progetto del Teatro della Caduta attraverso il Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta insieme a Faber Teater, Nuovi Mondi Festival, Officine Papage, Officina Teatrale degli Anacoleti, Progetto Cantoregi, Santibriganti Teatro, Spazio Kor, Palinodie, Teatro delle Selve

Scampagnate Teatrali in collaborazione con Direzione Generale Musei Piemonte, Ass. La Cabalesta, Ass. Turismo InCollina, Comune di Albugnano, ATL Cuneese, Città di Racconigi, Comune di Asti, Comune di Valloriate, Ass. Ratatoj, Fondazione Amleto Bertoni, AEVF – Associazione Europea delle Vie Francigene, Comune di Piverone, ACSEL, Bus by I Viaggi di Gabry & Max maggior sostenitore Fondazione Compagnia di San Paolo con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del TurismoRegione Piemonte, Torino Arti Performative, Fondazione CRT in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo in rete con In-Box, Cresco, Re.Clip, 3+2 mediapartner Krapp’s Last Post, PaneAcquaCulture, Radio Energy

Gli approdi di Concentrica

Asti (AT), Busca (CN), Valloriate (CN), Piverone (TO), Morgex (AO), Vercelli (VC), Casalborgone (TO), Framura (SP), S. Maurizio d’Opaglio (NO), Albugnano (AT), Settimo Torinese (TO), Racconigi (CN), Mattie (TO).

Concentrica//Spettacoli in Orbita riparte con un’edizione speciale articolata fra giugno e settembre 2021. L’edizione 8 e ½ – come abbiamo deciso di chiamarla – vedrà la riprogrammazione di alcuni spettacoli saltati nell’arco della sfortunata edizione 8 e una serie di nuovi eventi. Vista la necessità di programmare in estiva e in luoghi all’aperto si è data priorità al format delle Scampagnate Teatrali che è diventato di fatto il fulcro della nuova edizione.

Le Scampagnate Teatrali sono delle vere e proprie gite fuori porta in cui l’evento teatrale non è più al centro dell’esperienza ma è uno degli ingredienti di una proposta culturale più ampia: turismo lento, sostenibilità, ecologia, enogastronomia, arte, teatro.

Per rendere accessibili questi eventi ad un pubblico più ampio possibile e nell’ottica di una mobilità sostenibile è stata attivata una collaborazione con l’agenzia I Viaggi di Gabry&Max: un pullman con partenza da Torino, sarà a disposizione del pubblico della rassegna per completare la proposta del pacchetto.

La molteplicità dei linguaggi resta prerogativa imprescindibile di una proposta sempre più attenta alla valorizzazione del patrimonio artistico, paesaggistico e culturale delle regioni coinvolte. Dalle escursioni sulla Via Francigena all’ Abbazia di Vezzolano, dal Lago d’Orta al Castello Gamba di Chatillon, dalla riviera ligure di Framura alla Val di Susa; luoghi straordinari che si fanno palcoscenico di eventi irripetibili in cui arte performativa, convivialità e turismo di prossimità si fondono indissolubilmente.

29 artisti coinvolti, 10 spettacoli, 12 luoghi. 3 caldissimi mesi di programmazione per tornare ad incontrarci dal vivo!

Il progetto è ideato e organizzato dal Teatro della Caduta, con il prezioso sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo (maggior sostenitore) nell’ambito del Viva 2021, del Ministero per i Beni e le Attività culturali e del Turismo, della Regione Piemonte, Fondazione CRT e la collaborazione di Fondazione Piemonte dal Vivo.

IL PROGRAMMA

La rassegna inizia con due recuperi dall’edizione otto: mercoledì 30 giugno ad Asti presso lo Spazio Kor va in scena Tabù della compagnia romagnola Quotidiana.com, evento organizzato in collaborazione con Piemonte Dal Vivo e ass. Craft; venerdì 2 luglio è la volta di Antonella Questa in scena a Busca grazie alla collaborazione con Santibriganti Teatro con il suo Vecchia sarai tu, spettacolo che con leggerezza e sensibilità porta a riflettere su quanto la vecchiaia possa anche essere un dono e regalare ancora momenti ricchi e belli.

A partire dal 3 luglio si entra nel vivo dei nuovi appuntamenti con la prima Scampagnata Teatrale del 2021, si va a Valloriate (CN) nell’ambito del Festival Nuovi Mondi per una serata all’insegna di musica e cinema: alle 19,00 il concerto gipsy dell’irresistibile Bandaradan che con le sue sonorità balcaniche fa da apri pista all’ evento delle 21,00 La vita è un miracolo, dialogo con il regista serbo Emir Kusturica che si racconta attraverso i suoi film. Si continua l’11 luglio con una Scampagnata sulla Via Francigena organizzata con la collaborazione dell’ Associazione Europea delle vie Francigene (AEVF) e del Comune di Piverone: il programma prevede una passeggiata guidata lungo un breve tratto dell’itinerario storico che da Viverone arriva al Rudere del Gesiùn di Piverone, una chiesetta oggi parzialmente in rovina (stile romanico primitivo, datato presumibilmente al terzo quarto dell’XI secolo) che ospiterà lo spettacolo Le Confessioni di Monica a S. Agostino di Lorena Senestro. Il 15 luglio invece si cambia regione, ci si spinge in Valle d’Aosta in virtù della nuova partnership con la compagnia Palinodie; dopo una visita al Castello Gamba di Chatillon ci si muoverà verso l’auditorium di Morgex per La felicità è uno schiaffo di Giorgia Goldini. Lo spettacolo inserito all’interno della rassegna Prove Generali è protagonista anche dell’appuntamento successivo previsto per il 18 luglio presso l’ Arena Estiva Antico Ospedale di Vercelli (in collaborazione con Officina Teatrale degli Anacoleti); si tratta di un recupero della passata edizione, reso possibile da Piemonte dal Vivo, così come l’ultimo appuntamento di luglio: Saluti da Brescello della storica compagnia del Teatro delle Albe in scena il 23 luglio a Casalborgone grazie a Faber Teater. Saluti da Brescello parla di un’Italia che sta cambiando, di una regione che si credeva avere tutti gli “anticorpi”, ma non è risultata immune dalla corruzione. Le statue di Peppone e Don Camillo raccontano, in un onirico dialogo notturno, la vicenda realmente accaduta a Donato Ungaro, vigile a Brescello licenziato senza giusta causa per le sue denunce sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nel paese.

Agosto porta in dote un solo appuntamento e ci fa “sbarcare” in Liguria da uno dei partner storici della rassegna: Officine Papage. La compagnia tosco/ligure è organizzatrice del Festival Nuove Terre che il 23 agosto ospita a Framura (SP) lo spettacolo Meno male che c’è la luna della giovane compagnia Pan Domu. L’operazione rientra in un progetto più ampio di sostegno alla drammaturgia contemporanea under 35 portato avanti nel consolidato rapporto con Officine Papage.

Le Scampagnate Teatrali riprendono poi a settembre con 4 appuntamenti piemontesi. Il 18 settembre a San Maurizio d’Opaglio nella splendida cornice del Lago d’Orta appuntamento esperenziale con la passeggiata teatralizzata Camminanti del Silenzio. Un percorso nella stupenda Antica Via degli  Scalpellini, un ambiente dove la vegetazione è cresciuta sugli enormi massi di granito bianco della  cava che lì sorgeva circa un secolo fa. L’evento è in collaborazione con il Teatro delle Selve. Il 19 settembre invece si torna a quello che è ormai un “classico” delle Scampagnate Teatrali, l’appuntamento all’Abbazia di Vezzolano. Quest’anno in scena ci sarà Marco Gobetti/ Teatro di Riciclo con il suo 130 Repliche de “Il Nome della Rosa”. Stesso giorno ma a Settimo Torinese va in scena nuovamente Antonella Questa con Un Sacchetto d’amore spettacolo che affronta con ironia le dinamiche relazionali di oggi, costrette a fare i conti con un mondo sempre più rivolto al consumo, all’opulenza, al bisogno di avere per affermarsi. Appuntamento inserito nella stagione Battiti – Dentrofuori del Teatro Garybaldi curata da Santibriganti Teatro.

Si prosegue il 25 settembre con una Scampagnata sui generis in collaborazione con Progetto Cantoregi. A Racconigi arriva Il campione e la zanzara di Faber Teater, spettacolo epico itinerante di strada per attori e pubblico in bicicletta. Tutti sono in bicicletta in questo spettacolo atipico, per attraversare lo spazio e il tempo sul fiume del Novecento, pedalando. I personaggi, tutti con maschere, sono le Guide del Tempo che prendono gli spettatori per mano accompagnandoli lungo la vita di uno straordinario campione di ciclismo, Fausto Coppi.

Chiude l’edizione 8 e ½ la Scampagnata presso l’Ex Discarica di Mattie in Val di Susa prevista per il 26 settembre: il programma prevede una visita all’ex impianto di interramento dei rifiuti chiuso dal 2016 ed ora diventato laboratorio all’aperto di educazione ambientale; da lì attraverso un sentiero facilmente percorribile ci si sposterà nella frazione Grandi Tanze del Comune di Mattie per poi tornare, attraverso un percorso ad anello, al punto di partenza; qui si assisterà al Gran Varietà della Caduta, spettacolo divertente e di impatto visivo, fatto di numeri circensi, di giocoleria, monologhi comici, teatro di strada e musica. Il cast è composto da alcuni degli artisti che hanno attraversato il Varietà della Caduta, lo storico format andato in scena per 15 anni nel teatrino di via Buniva a Torino.

PROGETTI SPECIALI

Riconfermata l’adesione di Concentrica a C.Re.S.Co. (coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea). Si rafforza ulteriormente sul versante ligure l’azione della rete 3+2, avviata nel 2018 dal festival Nuove Terre (Bonassola, Framura, Deiva Marina, Moneglia, Sestri Levante), dal festival Testimonianze Ricerca Azioni (Genova) e da Concentrica (Piemonte), che unisce le tre programmazioni e le due regioni (Piemonte e Liguria) a sostegno della circuitazione della creazione contemporanea. Ciascuno con le sue peculiarità, i tre soggetti condividono, nella scelta degli spettacoli, un’apertura alla multidisciplinarietà, la cura e l’accompagnamento del lavoro delle compagnie, l’attenzione per l’innovazione dei linguaggi scenici.

Attivato infine un nuovo interessante progetto per la circuitazione del pubblico: gli Spettatori Concentrici. Attraverso una Call verranno coinvolti un massimo di 10 spettatori per ogni Scampagnata Teatrale che avranno la possibilità di usufruire del pacchetto viaggio A/R da Torino – Visita Guidata – Spettacolo – Food ad un costo simbolico (indicato nel programma)

Tutte le informazioni su la call, i pacchetti per le Scampagnate Teatrali, i biglietti e le prenotazioni per i singoli eventi saranno consultabili su www.rassegnaconcentrica.net e sui canali degli spazi partner.

INFORMAZIONI

http://www.rassegnaconcentrica.net/info@rassegnaconcentrica.net – tel. 011 060 60 79

PRENOTAZIONI

prenota@rassegnaconcentrica.net

I LUOGHI

Spazio KOR – Piazza S. Giuseppe, Asti (AT)

Teatro Civico – Vicolo del Teatro, 1 – Busca (CN)

Nuove Mondi Festival – Valloriate (CN)

Rudere del Gesiùn – Piverone (TO)

Auditorium Comunale – Piazza Principe Tomaso, 6 Morgex (AO)

Arena estiva Antico Ospedale – via Viotti, Vercelli (VC)

Nuove Terre Festival – Piazza della chiesa, Loc. Costa – Framura (SP)

Sentiero degli Scalpellini- San Maurizio d’Opaglio (NO)

Abbazia di Vezzolano – Località Vezzolano 35, Albugnano (AT)

Spazio SOMS – via C. Costa 23, Racconigi (CN)

Ex Discarica di Mattie – Località Campo del Sordo SNC – Mattie (TO)

CALENDARIO

30 GIUGNO ore 20,00 – Spazio Kor, Asti

Quotidiana.com – TABU’

Piemonte dal Vivo in collaborazione con ass. Craft e Concentrica

02 LUGLIO ore 21,00 – Teatro Civico, Busca (CN)

Antonella Questa – VECCHIA SARAI TU

in collaborazione con Santibriganti Teatro

03 LUGLIO ore 19,00 – Piazza Michelangelo Berardengo, Valloriate (CN)

Concerto BANDARADAN

SCAMPAGANTA TEATRALE in collaborazione con Nuovi Mondi Festival e I Viaggi di Gabri&Max

11 LUGLIO ore 18,00 – Rudere del Gesiùn, Piverone (TO)

Lorena Senestro – LE CONFESSIONI DI MONICA A S. AGOSTINO

SCAMPAGNATA TEATRALE in collaborazione con AEVF – Associazione Europea delle Vie Francigene e I Viaggi di Gabri&Max

15 LUGLIO ore 21,00 – Auditorium Comunale, Morgex (AO)

Giorgia Goldini – LA FELICITA’ E’ UNO SCHIAFFO

SCAMPAGNATA TEATRALE in collaborazione con Palinodie, rassegna Prove Generali e I Viaggi di Gabri&Max

18 LUGLIO ore 21,00 –  Arena Estiva Antico Ospedale, Vercelli (VC)

Giorgia Goldini – LA FELICITA’ E’ UNO SCHIAFFO

Piemonte dal Vivo in collaborazione con Officina Teatrale degli Anacoleti e Concentrica

23 LUGLIO ore 21,00 – Spettacolo nel Centro Storico di Leu, Casalborgone (TO)

Teatro delle Albe – SALUTI DA BRESCELLO

Piemonte dal Vivo in collaborazione con Faber Teater e Concentrica

23 AGOSTO ore 21,30 – Framura (SP)

Pan Domu – Meno male che c’è la luna

in collaborazione con Officine Papage e Nuove Terre Festival

18 SETTEMBRE ore 16,00 – San Maurizio d’Opaglio (NO)

Teatro delle Selve – CAMMINANTI DEL SILENZIO

SCAMPAGNATA TEATRALE in collaborazione con Teatro delle Selve e I Viaggi di Gabri&Max

19 SETTEMBRE ore 19,00 – Abbazia di Vezzolano, Albugnano (CN)

Teatro di Riciclo – 130 REPLICHE DI “IL NOME DELLA ROSA”

SCAMPAGNATA TEATRALE in collaborazione con Direzione Generale Musei Piemonte, Ass. La Cabalesta, Ass. Turismo in Collina, Teatro di Riciclo e I Viaggi di Gabri&Max

19 SETTEMBRE ore 20,00 – Teatro Garybaldi, Settimo T.se (TO)

Antonella Questa – Un Sacchetto d’amore

Santinriganti e Piemonte dal Vivo in collaborazione con Concentrica

25 SETTEMBRE ore 17,00 – Racconigi (CN)

Faber Teater – IL CAMPIONE E LA ZANZARA

SCAMPAGNATA TEATRALE in collaborazione con Progetto Cantoregi e I Viaggi di Gabri&Max

26 SETTEMBRE ore 19,00 – Ex Discarica di Mattie (TO)

GRAN VARIETA’ de LA CADUTA

SCAMPAGNATA TEATRALE in collaborazione con ACSEL e I Viaggi di Gabri&Max

www.rassegnaconcentrica.net

 

30 GIUGNO ore 20,00 – Spazio Kor, Asti

Quotidiana.com – TABU’

Drammaturgia e messa in opera di 

Roberto Scappin e Paola Vannoni
Produzione 
Teatro della Caduta, quotidiana.com

Tecniche Roberto Pozzi


con il sostegno di Regione Emilia Romagna
in collaborazione con 
Armunia Residenze Artistiche, Centro Sociale Poggio Torriana

Tutto ciò che è oggetto di un divieto senza fondamento oggettivo o ciò di cui si preferisce non parlare.”

 

Ecco che ci si confronta con il proibito, con i divieti che ogni disubbidienza o trasgressione fatica a demolire, radicati come sono nel nostro Dna, non per scelta ma per costituzione; concetti alimentati dall’eresia della moralità, che non dovrebbero avere alcuna reale attinenza con l’essere morale.

 

Tabù. Ovvero contro il divieto di avere contatti con determinate persone, di frequentare certi luoghi, di cibarsi di alcuni alimenti, di pronunciare determinate parole; e nessun pensiero non ammissibile alla coscienza.
I tabù  alimentano la pornografia e la clandestinità dei desideri.
I tabù generano malattia mentale.
I tabù comprimono le possibilità.
I tabù ignorano la diversità.

I tabù ammettono una sola verità.
I tabù conducono a un punto morto.

02 LUGLIO ore 21,00 – Teatro Civico, Busca (CN)

Antonella Questa – VECCHIA SARAI TU

di A. Questa – F. Brandi
regia
Francesco Brandi

coreografie Magali B. “Compagnie Madeleine&Alfred”
disegno luci
Carolina Agostini
collaborazione:
Gérard Darier, Giuliana Musso, Carlotta Clerici

Premio Cervi-Teatro della Memoria 2012
Premi Calandra 2012 Migliore Spettacolo, Migliore Attrice, Migliore Regia

Tre generazioni a confronto offrono un ritratto divertente e amaro sullo scorrere del tempo: nonna Armida, chiusa in ospizio contro la propria volontà e determinata a tornare alla vita di sempre, sua nuora Sabine, impegnata a fermare il tempo sul proprio corpo e la nipote Monica, ossessionata dallo scorrere veloce dei giorni, che non le permette di vivere appieno la vita.

03 LUGLIO ore 19,00 – Piazza Michelangelo Berardengo, Valloriate (CN)

Concerto BANDARADAN

Bandaradan. Gli alfa e gli omega del baccano balcano nostrano calcano le strade e i palchi d’Europa con furore dionisiaco. Fischi di tromba, sax ruggenti, fise struggenti e ritmi dispari: la fanfara di musica balcanica Bandaradan si materializza a Torino nel 2002, dopo una folle estate buskers sulle strade d’Europa. Sommi sacerdoti della musica KGB (Klezmer – Gipsy – Balkan), hanno scientificamente meticciato il loro suono con la cumbia e i riverberi delle loro radici latinoamericane. Oppaaa!!!

11 LUGLIO ore 18,00 – Rudere del Gesiùn, Piverone (TO)

Lorena Senestro – LE CONFESSIONI DI MONICA A S. AGOSTINO

uno spettacolo di Lorena Senestro

tratto da “Le Confessioni” di Sant’Agostino 
di e con
Lorena Senestro 

cura del suono: Riccardo Di Gianni, con brani di Arvo Part
disegno luci:
Fabio Bonfanti 
regia:
Massimo Betti Merlin 
produzione:
La Caduta 


con il sostegno di MIBACT e Regione Piemonte

un ringraziamento ad Asti Teatro, Teatro Stabile di Torino e Casa Fools

Le Confessioni, scritte nel 398 D.C., sono il capolavoro di Agostino d’Ippona, santo, filosofo e padre riconosciuto del pensiero moderno. Sono una lunga conversazione con Dio scritta per essere letta a viva voce, un cammino fra gli eterni e immutabili problemi esistenziali e la cura della propria anima.

Riprendendo le parole, i temi e la forma de Le Confessioni Lorena Senestro dà voce alla madre di Agostino, Monica, figura dibattuta e contraddittoria poi proclamata santa per aver condotto il figlio alla fede. È lei che, rivolgendosi al figlio invece che a Dio, si confessa di fronte al pubblico: un dialogo vivo, illuminato, che conduce gli spettatori ad una riflessione sui limiti e sulle speranze dell’esistenza,
Monica è una madre apprensiva e severa, completamente dedita alla conversione del figlio primogenito al Cristianesimo, un figlio adorato più di Dio!

L’attrice, anche autrice della drammaturgia, sceglie alcuni temi di fondo delle Confessioni: l’amore mortale e la sua declinazione nel rapporto genitore-figlio, l’ambizione, la vecchiaia e la memoria – luogo mitico dove Agostino fa dimorare la felicità.

15 LUGLIO ore 21,00 – Auditorium Comunale, Morgex (AO) /

18 LUGLIO ore 21,00 –  Arena Estiva Antico Ospedale, Vercelli (VC)

Giorgia Goldini – LA FELICITA’ E’ UNO SCHIAFFO

Monologo comico poetico

Di Giorgia Goldini e Stefano Dell’Accio 

Con Giorgia Goldini
Luci
 Agostino Nardella 

Costumi Francesca Mitolo e teeshare

Produzione Teatro della Caduta 

Uno spettacolo sulla felicità, su quello che a volte ci rende felici, sulle piccole cose importanti che quando arrivano non sono mai come te le eri immaginate. Uno spettacolo che non dà risposte, ma che mette in scena dei tentativi, che fissa dei momenti, che propone delle visioni. Dieci istantanee da guardare con calma per cogliere i dettagli: il colore del gelato caduto al bambino sul lungomare di Rimini, il vestito della sposa sporco di erba e fango, il profumo di quella precisa marca di detersivo, i capelli dell’uomo giusto.

23 LUGLIO ore 21,00 – Spettacolo nel Centro Storico di Leu, Casalborgone (TO)

Teatro delle Albe – SALUTI DA BRESCELLO

drammaturgia e regia Marco Martinelli

con Luigi Dadina, Gianni Parmiani

tecnico luci e audio Dennis Masotti

produzione Teatro delle Albe / Ravenna Teatro

Sulla scena le statue di Peppone e Don Camillo, quelle che si fronteggiano a grandezza naturale in Piazza Matteotti a Brescello, provincia di Reggio Emilia. Sono lì dal 2001, opera dello scultore Andrea Zangani: Don Camillo sorridente, la chiesa di Santa Maria Nascente alle spalle, tonaca sacerdotale e cappello da parroco in testa, la mano destra alzata in segno di saluto, nella sinistra un libro, probabilmente il suo breviario, Peppone dal lato opposto della piazza, il municipio alle spalle, fazzoletto al collo, la mano destra, che tiene il cappello, alzata in segno di saluto. In Piazza si fronteggiano e si salutano, qui invece sono voltate entrambe verso gli spettatori, e pare che stiano salutando proprio loro. O è un’illusione? 

Saluti da Brescello parla di un’Italia che sta cambiando, di una regione che si credeva avere tutti gli “anticorpi”, ma non è risultata immune dalla corruzione.

Le statue di Peppone e Don Camillo raccontano, in un onirico dialogo notturno, la vicenda realmente accaduta a Donato Ungaro, vigile a Brescello licenziato senza giusta causa per le sue denunce sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nel paese.

23 AGOSTO ore 21,30 – Framura (SP)

Pan Domu – MENO MALE CHE C’è LA LUNA

Di e con Jacopo Bottani e Luca Oldani
Supervisione artistica di
Stefano Cordella
Progetto grafico di
Davide Perrone
Con il sostegno di Residenza Fili d’arte 2017 di Teatro Actores Alidos


Progetto vincitore Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro 2017 — Giuria Docenti

Vincitore Festival Segreto

Ospitato al Venice Open Stage 2019

Ospitato in forma studio a IT Festival 17

Meno male che c’è la luna è un progetto che nasce alla Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe. Il processo prende vita dalla volontà di lavorare sull’essenzialità di due corpi in uno spazio vuoto. La prima parte del lavoro si è focalizzata su improvvisazioni fisiche nello spazio. Data l’assenza di scenografie e oggetti il focus è diventato in modo predominante la relazione scenica tra i due attori. Ne è nato un soggetto in cui due personaggi si trovano in un luogo imprecisato e non si ricordano il perché della loro presenza lì, anche se arrivano a intuire che in quel posto ci sono già stati. Inizia dunque un’indagine per rievocare brandelli di memoria e identità, per comprendere il senso del proprio “essere lì”. Gradualmente emergono dettagli, talvolta concreti e diretti talvolta sfumati. L’essenzialità spaziale, formale e testuale del lavoro costituisce il centro della nostra ricerca. Lo spazio è vuoto per renderne meglio la sua oggettività e pulizia. Questo vuoto sta anche a significare la difficoltà di scendere a patti con i nostri vuoti. Nello stesso tempo vuole essere anche una piccola finestra aperta sulla voglia di affrontare questo senso di fine e sulla possibilità di sentire che in fondo: è bello essere qui (Rilke, Elegie duinesi).

18 SETTEMBRE ore 16,00 – San Maurizio d’Opaglio (NO)

Teatro delle Selve – CAMMINANTI DEL SILENZIO

Drammaturgia e regia: Franco Acquaviva

Testi di Chandra Candiani, Laura Pariani, Giuliano Scabia, Ovidio

Con: Franco Acquaviva, Mariasole Acquaviva, Anna Olivero

Una produzione Teatro delle Selve 2021

Una camminata nella natura dove ascolare e ascoltarsi. Un percorso nella stupenda Antica Via degli Scalpellini, un ambiente dove la vegetazione è cresciuta sugli enormi massi di granito bianco della cava che lì sorgeva circa un secolo fa.

Un sentiero che si sviluppa a mezza costa e che in parte si affaccia sul lago d’Orta. E una camminata immersiva esperienziale, per pochi spettatori, guidata da Anna Olivero, attrice e insegnante di meditazione e Raja yoga, che integrerà la proposta teatrale dell’attore e poeta Franco Acquaviva.

Modi diversi di percepire la natura e il nostro movimento in essa si potranno sperimentare nelle camminate; dal canto loro i racconti d’autore, inseriti nella fantastica progressione vegetal-minerale-paesaggistica del percorso, interagiranno teatralmente con lo spazio e gli spettatori, a ricordarci che “il silenzio è cosa viva”, come scrive la grande poetessa Chandra Candiani.

19 SETTEMBRE ore 19,00 – Abbazia di Vezzolano, Albugnano (CN)

Teatro di Riciclo – 130 REPLICHE DI “IL NOME DELLA ROSA”

Di e con Marco Gobetti

Marco Gobetti evoca, con il suo “Teatro di riciclo”, le 130 repliche de “Il nome della rosa” (regia di Leo Muscato, produz. Teatro Stabile Torino, Teatro Stabile Di Genova, Teatro Stabile del Veneto), lo spettacolo cui prese parte e che andò in scena in molti teatri d’Italia nella stagione 2017/18.

Non si tratta di raccontare tutto ciò che in sei mesi di tournée è successo. Non se ne fa insomma un diario. Cosa evoca dunque, il monologo 130 repliche de Il nome della rosa – TEATRO DI RICICLO®?

«Evoca un filo sottile ma dirompente, l’ineffabile prezioso: ciò che mai si sarebbe potuto pensare che potesse accadere. Ciò che incredibilmente è avvenuto e, davvero, non si dovrebbe dire. Perché va ben oltre la storia nota, la verità comune. La verità – insieme alla costruzione del falso che la mina – è uno dei temi portanti de “Il nome della rosa” di Umberto Eco: era inevitabile che, incarnandone la vicenda per 130 repliche, nascessero verità indicibili.

Una verità, in particolare. Che porta pesantemente altrove attori e pubblico: che ci precipita in un contemporaneo sconosciuto, dove lo scibile presente contamina misteriosamente quello dell’antica abbazia. E viceversa. Una verità che mai si dovrebbe dire, appunto. Un sacrosanto, chiarissimo scandalo».

19 SETTEMBRE ore 20,00 – Teatro Garybaldi, Settimo T.se (TO)

Antonella Questa – UN SACCHETTO D’AMORE

di e con Antonella Questa
coreografie
Magali B – Cie Madeleine&Alfred
disegno luci
Daniele Passeri
costumi
Sara Navalesi
scenografia
Danilo Giannetti – NewPol
canzone finale
“Come un Albero” Francesco Rainero
riprese video
Saul Carassale – Sara Bonatti
produzione
LaQ-Prod
in collaborazione con Centro di Prod. Teatrale Pupi e
Fresedde/Teatro di Rifredi e la Ass. Progetti&Teatro

Antonella affronta con la consueta ironia le dinamiche relazionali di oggi, costrette a fare i conti con un mondo sempre più rivolto al consumo, all’opulenza, al bisogno di avere per affermarsi. Un mondo in cui ogni cosa che desideriamo sembra essere a portata di mano, ma poi a mancare davvero sono i rapporti autentici. È proprio questo che manca nella famiglia di Cinzia dove il marito è troppo preso dal lavoro, la cognata tratta il cane come un figlio, la suocera cucina lasagne e inventa malattie pur di tenere i figli legati a sé, mentre Cinzia si scopre vittima di shopping compulsivo, pensa a strisciare la carta ed afferrare il sacchetto con il nuovo acquisto per cancellare le ansie e far svanire i problemi. Poi arriva il giorno in cui i troppi sacchetti esauriscono addirittura il credito di tutte le carte famigliari, svelando contemporaneamente conti in rosso e un uso disinvolto delle rate, portato avanti da tempo e sempre nascosto a tutti.

25 SETTEMBRE ore 17,00 – Racconigi (CN)

Faber Teater – IL CAMPIONE E LA ZANZARA

Con Francesco Micca, Lodovico Bordignon, Lucia Giordano, Marco Andorno, Paola Bordignon, Sebastiano Amadio una creazione di Faber Teater e Mario Chiapuzzo in collaborazione con Fondazione Circolo dei Lettori, Torino Museo dei Campionissimi, Novi Ligure testo e regia Mario Chiapuzzo

Tutti sono in bicicletta in questo spettacolo atipico, per attraversare lo spazio e il tempo sul fiume del Novecento, pedalando. I personaggi, tutti con maschere, sono le Guide del Tempo che prendono gli spettatori per mano accompagnandoli lungo la vita di uno straordinario campione di ciclismo, Fausto Coppi. Il XX secolo scorre sotto le loro ruote. Poi lo scatto di una delle Guide attraversa il plotone portando una nuova data. Poi un altro, e un altro ancora. Momenti della vita di Coppi e fatti storici s’intrecciano come notizie a propulsione poetica tra una stazione e l’altra, stringendo e dilatando il tempo, facendo esistere tutti solo al presente. Nelle stazioni, le imprese più memorabili sono recitate, come l’assalto al Galibier, e tante altre vittorie e sconfitte, fino all’incontro finale tra l’Airone Fausto Coppi e la piccola zanzara africana che lo punse. Tutti hanno il loro posto in questa pedalata epica.

26 SETTEMBRE ore 19,00 – Ex Discarica di Mattie (TO)

GRAN VARIETA’ de LA CADUTA

Di Francesco Giorda

Spettacolo divertente e di impatto visivo, fatto di numeri circensi, di giocoleria, monologhi comici, teatro di strada e musica. Il cast sarà composto da alcuni degli artisti che hanno attraversato il Varietà della Caduta, lo storico format andato in scena per 15 anni teatrino di via Buniva a Torino che ha imposto la compagnia sulla scena dell’avanguardia torinese portandola poi alla ribalta nazionale.

Il format del Varietà si sposa con il luogo, con il tema del recupero e del riciclo. Si tratta di un tipo di spettacolo in cui gli artisti riciclano numeri o parti di altri spettacoli per costruirne uno diverso, ibrido, vario appunto, potremmo dire indifferenziato.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

migranti

Sì, MA A CASA DI NARDELLA E DI VANNUCCI…” TORSELLI

conte

Giuseppe Conte ha parlato della differenza tra il primo e

THE NEXT REALITY, spettacolo di musica, luci, effetti speciali e

lavoro

La pandemia ha accelerato la metamorfosi. E il cartellino, oggi,

vice direttore dell’ABI Tratto da “ Lessico Finanziario “ di

• Ricevuta l’autorizzazione dalle Autorità locali, Sydney – già ufficio

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.