CONSUMATORI: “CONSUMERISMO NO PROFIT” E “QUADRANS” DANNO VITA ALLA PRIMA ASSOCIAZIONE

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
generico

CONSUMATORI: “CONSUMERISMO NO PROFIT” E “QUADRANS” DANNO VITA ALLA PRIMA ASSOCIAZIONE CONSUMATORI AL MONDO SU TECNOLOGIA BLOCKCHAIN

OBIETTIVO: TUTELARE I CONSUMATORI DA PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE, FAKE NEWS E TRASFORMARLI IN LOBBY DIGITALE. TRASPARENZA NEI PROCESSI E RISPETTO DEI DIRITTI DEI CONSUMATORI SONO I VALORI CHE UNISCONO

Un giorno i disservizi, le bollette pazze, le attivazioni di servizi non richiesti e l’uso improprio dei dati dei consumatori potrebbero essere solo un brutto ricordo. Ma soprattutto i consumatori non saranno più soggetti individuali ma Lobby. Per realizzare tale obiettivo nasce CONSUMERISMO no profit, una nuova associazione dei consumatori che ha nel proprio DNA il fine di cambiare completamente il modello di rappresentanza dei consumatori, trasformando la moltitudine di individui in Lobby.

Per questo insieme alla Fondazione Quadrans, CONSUMERISMO no profit sottoscrive un accordo per rendere accessibile la tecnologia Blockchain ai singoli consumatori e diffonderla, anche per rafforzare la tutela mediante l’adozione dei principi della decentralizzazione, trasparenza, immutabilità, sicurezza e il consenso. “L’idea alla base è creare un ecosistema in grado di accrescere la qualità delle filiere produttive, disintermediare, creare valore, rafforzare il ruolo dei consumatori e proteggerlo ex ante, ma soprattutto dar vita ad una lobby forte, rappresentativa e indipendente” – dichiara Luigi Gabriele, presidente di CONSUMERISMO.

Tanti i temi che potrebbero impattare da questo accordo, c’è il nuovo rapporto che si andrà a creare tra consumatori e imprese e che fa della tecnologia solo un “fattore abilitante”. In pratica la sfida è quella di spingere i cittadini a premiare quei prodotti e quelle aziende che li aiutano a capire, che sono trasparenti e offrono tutte le informazioni che possono essere significative per rendere sempre più preventiva la tutela del consumatore.

“Proponiamo a tutela dei consumatori, una blockchain pubblica e open source; uno strumento che può semplificare i passaggi di informazione e di valore all’interno delle pubbliche amministrazioni, tra le imprese, in filiera e nelle relazioni tra e con i consumatori. Concretamente, nel caso di alcune applicazioni realizzate dalla Fondazione Quadrans, la blockchain può mettere al centro il cittadino spingendolo a informarsi di più e meglio e ad acquisire maggiore consapevolezza relativamente all’ambiente in cui vive ed è inserito” – dichiara Marco Vitale, Presidente Quadrans.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

internet

All’inizio mi sembrava diverso: accedere al world wide web Come

Non dimentichiamo i connazionali lombardi, veneti e emiliani che hanno

castaldo

“Chi investe in criptovalute può perdere, in tutto o in

Facciamo una premessa: se verranno pubblicate delle sequenze che dimostrano

Ha 8 anni. Scosta la tende della cameretta, guarda fuori.

salvini

“Questa mattina si è tenuto il vertice di centrodestra, con

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.