DL Rilancio, Berlusconi: “Aziende ancora una volta senza risposte”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
berluscon

Il leader di Forza Italia non si dice soddisfatto dalle misure contenute del decreto varato ieri dal governo. “Arriva molto tardi, molti già lo chiamano decreto ritardo”, sottolinea l’ex premier.

Forza Italia è insoddisfatta dalla manovra da 55 miliardi del governo Conte. Il decreto Rilancio “Soddisfa le mie aspettative solo in minima parte e soprattutto troppo tardi. Non per caso, mi dicono che sia già stato ribattezzato non ‘decreto rilancio’ ma ‘decreto ritardo- ha detto Silvio Berlusconi, il leader di Forza Italia in una intervista sul cartaceo de “Il Giornale”.

“Attendo naturalmente di leggere il testo completo, non ancora disponibile, ma intanto posso dire che: il precedente decreto Cura Italia doveva mettere in campo 25 miliardi, sino ad oggi ne sono stati soltanto attivati sette. Questa volta sarebbero 55 miliardi, temo ne verranno attivati soltanto un terzo”, spiega Berlusconi.

La sanatoria per i migranti

“E soprattutto quando? Il fattore tempo è fondamentale per molte attività sull’orlo della crisi”, prosegue. “Prendo atto con molto rammarico” che per agricoltura e turismo “non è stato fatto nulla di ciò che avevamo chiesto”.

“Per l`agricoltura è stata adottata un`inutile sanatoria, che pone seri problemi e che comunque non dispiegherà i suoi effetti prima di qualche mese – ha aggiunto -. Insomma, ancora una volta mi sembra che le attese dell’economia italiana siano senza risposta”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

L’AVVOCATO ALBERTO RIZZO INTERVIENE AL TG4 DI TELECUPOLE: IL VALORE

CODACONS: ANTITRUST FACCIA CHIAREZZA. TROPPI OSTACOLI A DANNO DEGLI UTENTI

CODACONS: E’ ELEMOSINA. CONTRIBUTO POTRA’ ANDARE SOLO A 536MILA FAMIGLIE

Si è svolta oggi, presso la sede di Unioncamere Lombardia,

KUM! Festival (La Mole, Ancona 16-18 ottobre 2020) Da venerdì

landini

Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, intervistato quest’oggi su

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.