Homeeducazione finanziariaGhisolfi: "Draghi statista autentico, con lui la politica ha fatto un passo...

Ghisolfi: “Draghi statista autentico, con lui la politica ha fatto un passo indietro”

Il banchiere scrittore protagonista e opinionista al TG 4 di TeleCupole, annuncia altresì l’imminente trasferta parigina per la plenaria dell’istituto mondiale delle casse di risparmio di cui fa parte appieno dal 2018 come consigliere

Il premier Mario Draghi, sul cui insediamento a palazzo Chigi il Professor Beppe Ghisolfi non aveva dubbi sin dalla fine del 2020, si sta confermando uno statista autentico, tanto da avere obbligato i partiti a mutare il proprio stile e a compiere il classico passo indietro. A beneficiarne, sono stati il prestigio e l’autorevolezza internazionale del Paese Italia. A ribadire tali concetti, è stato il banchiere, europeo e mondiale, e scrittore di origini fossanesi nel corso dello spazio di cui egli è opinionista all’interno del TG 4 di TeleCupole di cui fu a lungo direttore e pioniere della moderna informazione politica e socio economica.

Ospite del mezzobusto Giulio Botto, Beppe Ghisolfi è intervenuto in merito al nuovo e inedito quadro politico nazionale, determinatosi in seguito al benefico avvento di Mario Draghi alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – grazie alle scelte strategiche del Capo dello Stato Sergio Mattarella – con effetti molto evidenti anche all’interno di movimenti tradizionalmente populisti come Lega e movimento 5 stelle, divisi tra anima governista europeista e anima contestataria con conseguenze destinate a svilupparsi nei mesi a venire.

Inevitabile un cenno sulla quadro economico e sull’inflazione, che al netto dei fenomeni speculativi da contrastare rappresenta comunque l’indicatore di una ripresa economica destinata a farsi ulteriormente più solida e irreversibile nel corso del 2022 con io varo finale della nuova legge di stabilità finanziaria firmata da Draghi.

Il nuovo contesto congiunturale consoliderà il ruolo complementare irrinunciabile del settore bancario, evidenziatosi nel corso della pandemia in termini di maggiore flusso di liquidità, e di cui un segmento importantissimo e vitale si darà appuntamento nella settimana a venire a Parigi in occasione della plenaria dell’Istituto mondiale delle casse di risparmio, di cui egli è consigliere in carica dal 2018, per il rinnovo e la riconferma dei ruolo direttivi. Beppe Ghisolfi, in seno al mondo delle Casse di risparmio, è altresì in parallelo vicepresidente e tesoriere del gruppo europeo sempre con sede a Bruxelles.

giornalista per un giorno

Articoli popolari