Messina: Altro che lezioni in Puglia, Salvini spieghi caso Lombardia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
943636_164417930399754_1822894699_n

“Non possiamo accettare che Matteo Salvini venga in Puglia a dare lezioni su come organizzare il sistema sanitario regionale. Dopo una pandemia che ha acceso i riflettori su tutte le drammatiche conseguenze dell’aver privatizzato quote consistenti dei servizi sanitari regionali, ci aspettiamo dalla Lega e da Salvini risposte chiare per quanto accaduto in Lombardia”. Lo dice la senatrice Assuntela Messina, Presidente del Partito Democratico in Puglia.
“In Puglia la sanità e le politiche sociali – continua Messina – sono strumenti che consentono a tutti il godimento dei diritti costituzionalmente garantiti, a prescindere dalle differenze di reddito tra i cittadini. Il nostro modello di amministrazione è fondato su basi solidaristiche e inclusive: valori che molto spesso il leader leghista rinnega, e a volte disconosce completamente. A Salvini gioverebbe ricordare che fu proprio il centrodestra nel 2004, col governo di Berlusconi e della Lega, a imporre alle regioni un rigoroso piano di riorganizzazione del sistema sanitario sul territorio, dettato più da principi contabili che dall’idea di fornire un servizio efficiente e capillare”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Ferrara in Jazz 2018 – 2019 XX Edizione 05 ottobre

covid 19

Continuano le iniziative di Dolce&Gabbana a supporto della ricerca scientifica

“L’architettura è un cristallo. Quando è pura, è magica, esclusiva,

La FISU (Federazione Internazionale Sport Universitario) sceglie Torino per i Giochi Mondiali

“Bisogna lasciare che un nuovo stile e una nuova cultura

Un intervento di questo genere, a Capo d’Orlando, nel Messinese

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.