NON FACCIAMO GLI STRUZZI

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
120955004_2779762225580794_2925365262732689729_n

Faccio i miei più grandi complimenti, oltre ad un grosso in bocca al lupo, ai nuovi sindaci e consiglieri del Movimento 5 Stelle. Sono sinceramente contento per loro.

Dall’altro lato, però, non riesco a non vedere come molti stiano mettendo la testa sotto la sabbia per negare l’ulteriore evidenza: le cose non vanno affatto bene per noi e nelle coalizioni scompariamo.

Partiamo da quest’ultimo fatto.

Storicamente abbiamo sempre (o quasi) vinto tutti i ballottaggi dove ci siamo presentati, abbiamo conquistato così i grandi Comuni tipo Roma, Torino o Livorno, e così succede anche oggi perché riusciamo (ancora) a catalizzare voti da ogni provenienza. Questa volta mi chiedo però: quanto potrà influire il Movimento?

Qualcuno ha mai guardato i dati dei consigli comunali dove abbiamo “vinto”? A Manduria abbiamo 3 seggi su 15, ad Ariano Irpino 3 su 10, a Giuliano appena 4 su 20 e potrei continuare… insomma la maggioranza nella maggioranza la vediamo col cannocchiale.

E lo stesso dicasi per le comunali in Sicilia, un tempo nostra roccaforte e dove so per certo che i miei colleghi hanno dato l’anima per aiutare le liste comunali. A Barcellona e Milazzo le nostre coalizioni perdono, come pure alcuni comuni che abbiamo amministrato tipo Augusta o Pietraperzia, in altri come Agrigento non rientriamo in consiglio comunale.

Insomma, dobbiamo essere sinceri con noi stessi, guardarci negli occhi e capire cosa non ha funzionato. Dire che vinciamo in coalizione mi pare ridicolo se poi occupiamo un ruolo marginale e non possiamo portare avanti i nostri temi. Dobbiamo invece affrontare le nostre difficoltà nazionali e rilanciare il Movimento a cui tutti noi teniamo.

Spero si possa arrivare presto agli Stati Generali, sono fiducioso!

A riveder le stelle!

Raphael Raduzzi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Oggi le donne che trovano il coraggio di denunciare una

Aveva 28 anni l’ultima vittima delle condizioni disumane in cui

Cinque tempeste al giorno da inizio mese con ottobre 2020

Venezia – “Quando parla di autonomia, Fassina sembra un disco

“Imparare a conoscere la demenza per eliminare lo stigma nei

Diverse decine di sostenitrici dell’opposizione bielorussa hanno marciato nel centro

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.