HomeattualitàPensioni: Damiano, dopo Quota 100 nuova forma di flessibilita'

Pensioni: Damiano, dopo Quota 100 nuova forma di flessibilita’

“Ha ragione il presidente dell’Inapp, Stefano Sacchi, a ricordare che, scaduta Quota 100 a fine 2021, si rendera’ necessario ‘ammorbidire’ lo scalone di 5 anni che scattera’ dal 2022. Noi la proposta ce l’abbiamo: ripristinare le Quote abolite dalla legge Monti-Fornero, che erano state introdotte da Prodi e dal sottoscritto nel 2007”. Lo dichiara Cesare Damiano, dirigente del Partito democratico. “Una proposta di legge gia’ esiste, ed e’ la 857 presentata nel 2013, primi firmatari Damiano-Baretta-Gnecchi. In essa si prevedeva una flessibilita’ che anticipava di 4 anni l’uscita dal lavoro, con una penalizzazione del 2% per ogni anno di anticipo. Oggi l’eta’ di uscita, basata su quella proposta, sarebbe di 63 anni, la stessa dell’APE sociale”, conclude l’ex ministro.

Articoli popolari

Banner 300 x 600