Pinotti: Da Van der Leyen parole rispettose e serie. Salvini smetta campagna insensata

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
pinotti

“Ursula Van der Leyen ha chiesto oggi scusa agli italiani, con una bella lettera ispirata alla solidarietà del migliore europeismo. Un atto che dimostra coraggio e sensibilità e che apprezziamo, dopo alcune valutazioni iniziali che abbiamo ritenuto un errore. Salvini ha perso invece un’altra occasione per tacere. Smetta questa campagna insensata contro l’Europa, da soli non si va da nessuna parte. E impari, da chi ha dimostrato di saperlo fare, a chiedere scusa per i tanti suoi errori che questo governo ha dovuto riparare”. Lo dice la senatrice Roberta Pinotti, della segreteria nazionale del Pd. “L’Unione europea – prosegue Pinotti – sta mettendo in campo in queste ore strumenti importanti come Sure, il fondo di sostegno alla Cig proposto dal commissario all’Economia Gentiloni e sta stanziando 2770 miliardi, una cifra mai vista prima per una crisi. Continueremo a chiedere quanto serve con determinazione, ma è utile sottolineare gli sforzi fatti, non attaccare a testa bassa sempre e comunque per mero calcolo propagandistico”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Si tratta di una task force al femminile pronta ad

L’AQUILA – “Come si può definire, secondo voi, la nostra

Decidono le reti di Lewandowski (doppietta) e Coman nel secondo

Milano  – L’hub di quartiere di via Borsieri contro lo

Pubblicato da ARSIAL, l’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione

In piena pandemia e non solo, il #Reddito di Cittadinanza

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.