Scuola, Rosato (IV): “Evitare rischio Dad con vaccinazioni”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
rosato

Uno studente italiano su due impreparato. Lo dicono i risultati del test Invalsi che ogni anno misurano il livello di apprendimento scolastico dei nostri ragazzi

Un dato che deve far riflettere su quanto abbiamo detto fin dall’inizio della pandemia: quella educativa è, insieme alla sanitaria ed economica, una vera emergenza. Lo scrive in un post su Facebook il presidente di Italia Viva Ettore Rosato.

“È evidente che la dad, che in una prima fase è stata inevitabile, alla lunga non ha funzionato. Ora siamo davanti ad un bivio, dobbiamo fare il possibile ora, per non ritrovarci a settembre con le scuole ancora chiuse” .

Prosegue il vicepresidente della Camera Rosato “Rischiare un altro anno di didattica a distanza significa mettere in pericolo il principio di uguaglianza e di parità delle condizioni di partenza per tutti, non aiuta i più deboli e significa, ora abbiamo la certezza, avere una generazione di ragazzi meno preparati e condannati alla solitudine sociale.

Per evitare tutto questo servono vaccini per i ragazzi già a partire dai 12 anni e una campagna di comunicazione che ne spieghi la necessità, ma serve anche l’impegno di quel 15% di personale scolastico non ancora vaccinato. Un Paese che non punta sui giovani, sulla loro formazione ed educazione, è un Paese che non ha futuro”, conclude.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Quello che abbiamo alle spalle è stato forse l’anno peggiore

L’Università non è un obbligo, nel senso che non si

Dal campo alla tavola le agromafie sviluppano un business illegale

La violenta eruzione dell’Etna in corso dal pomeriggio sta provocando

Senza un progetto della tratta nazionale della Tav, l’Italia rischia

Sono stati estirpati questa mattina gli alberi infetti dalla Xylella

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.