Caso Pivetti, il farmacista da cui è partita l’indagine: “Sulle mascherine un marchio non idoneo”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
pivetti

“La Guardia di finanza ha scoperto che il marchio CE non era idoneo”. Sono le parole di Federico Saettone, il farmacista dal quale sarebbe partita l’indagine sulle mascherine importate dalla Cina dall’azienda di Irene Pivetti. A “Live – Non la d’Urso”, Saettone spiega che i controlli sono avvenuti a seguito della segnalazione da parte di una cliente che aveva riferito che i presidi protettivi, della sua farmacia, erano venduti a un prezzo eccessivo.

“Le mascherine le abbiamo acquistate da un fornitore abituale – spiega il farmacista – con regolare fattura e certificato”. “Non sapevo – precisa Saettone – che venissero dall’azienda di Pivetti”. Attualmente l’impreditrice ed ex politica è accusata di frode in pubbliche forniture, frode in commercio, ricettazione, falso, vendita di merce con impronta contraffatta e violazione delle leggi doganali per avere immesso sul mercato mascherine chirurgiche Ffp2 importate dalla Cina con certificazione CE contraffatta.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

Conca (M5S): “Emiliano continua a ignorare le nostre proposte per

Zafarana : “Solamente una costante attività preventiva e dissuasiva può

poverta

Nell’anno del Covid salgono a trecentomila gli italiani over 65

Il presidente del Consiglio regionale, Stefano Allasia, parteciperà domenica 21

Verona . Ha un Pil pro capite più che doppio

Si è tenuta un’assemblea del personale del servizio viabilità della

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.