Briatore: «Conte e i suoi se ne vadano in vacanza, così non si muovono e non fanno danni»

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
briatore

Flavio Briatore ancora una volta è sferzante contro il governo e gli Stati generali. Intervistato da La Verità, Briatore ha commentato ironico: «Con tutti i problemi che abbiamo, hanno messo su il Grande Fratello a Villa Pamphili. Una specie di festival di Sanremo, con Conte nei panni di Amadeus, mentre la parte comica è stata affidata ai ministri. A cosa è servito?» Quindi, ha aggiunto: «Chiudersi come topi in una villa, senza neanche i giornalisti? Proprio loro, quelli della trasparenza, che volevano aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno».

Secondo Briatore, si legge nell’intervista de La Verità ripresa poi dal Giornale, a questo governo «non gliene frega niente degli italiani». E ha spiegato: «Il loro obiettivo non è fare funzionare l’economia, ma rimanere al potere: anche a costo di far cadere il Paese a picco». Poi ha aggiunto: «La verità è che il coronavirus è l’assicurazione sulla vita di questo governo, perché quando la gente ha paura non reagisce». E ancora, vista l’estate in arrivo, Briatore ha criticato ferocemente il bonus vacanze istituito dalla maggioranza: «Offrirò un bonus vacanza a tutto il governo: preferisco pagarli per non fare nulla, perché questi come si muovono fanno danni. Adesso dicono: “Ripartiamo dal green”. In effetti, grazie a loro, gli italiani sono al verde».

E poi il colpo finale: «Proporrò una petizione popolare: bisognerà chiedere i danni a chi ci governa per aver distrutto il Paese». «Non si rendono conto del disastro. In autunno la gente avrà fame, ci saranno due milioni di disoccupati. È chiaro che ci hanno raccontato palle per settimane: è appurato ormai che soldi non ne arriveranno. Hanno lavato la testa agli italiani, ma per il resto solo elemosine». Questo perché «siamo governati da persone tutta teoria e niente pratica, senza nessuna capacità. I peggiori ministri che abbiamo mai avuto».

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Ti potrebbero interessare

travaglio

L’altra sera a Otto e mezzo Carlo Calenda, reduce da

Con quasi il 62% dei voti gli svizzeri hanno detto

Zone rosse, zone arancioni, zone gialle, arriva un duro j’accuse

guerra

Una lunga guerra, dimenticata, lontana eppure importante per molti. L’Afghanistan,

GENOVA – “Con il dietrofront fatto, la nuova maggioranza Pd-Renzi-Leu-M5S

LIGNANO – Il Premio Hemingway, e i suoi promotori, scommettono

Chiudi il menu
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.